martedì 22 maggio 2018

COME DIFFERENZIARE L’ORGANICO (UMIDO)

L’ORGANICO VA DIFFERENZIATO NEL SACCHETTO BIODEGRADABILE

Gli scarti di cucina vanno buttati nel sacchetto biodegradabile.

Cosa Differenziare

COSA DIFFERENZIARE

  • avanzi di pane, pasta, riso, farina, pesce, carne
  • cibi in genere e alimenti avariati
  • Scarti e avanzi di frutta e verdura, formaggi e salumi
  • fondi di caffè
  • filtri di tè e camomilla
  • ossi
  • gusci d’uovo e di molluschi
  • fiori recisi e piante domestiche
    [senza terra e senza vaso]
  • pezzetti di legno, paglia
  • segatura, ceneri spente di camini
    [piccole quantità
  • tovaglioli di carta unti
  • carta assorbente usata
  • escrementi, piume, peli di piccoli animali domestici
  • bastoncini di cotone per le orecchie

Cosa non Differenziare

COSA NON DIFFERENZIARE

  • cibi caldi e liquidi
  • legno trattato o verniciato
  • metalli vari e sassi
  • stracci anche se bagnati
  • pannolini e assorbenti igienici [conferire nel secco]
  • piatti, bicchieri e posate di plastica
  • qualsiasi altro materiale di origine non organica

Informazioni

Per raccogliere i tuoi rifiuti organici rimuovi sempre tutte le impurità inorganiche e utilizza sempre e solo le buste biodegradabili che hai ricevuto nel kit, di cui puoi rifornirti presso il centro di raccolta.

Dizionario dei Rifiuti

Scarica in formato PDf il dizionario dei rifiuti per differenziare al meglio.

SCARICA IL DIZIONARIO